Pages Menu
Categories Menu

Posted by on nov 21, 2013 in Blog, Democrazia

Democrazia deliberativa, parte il corso di formazione per gli operatori

Democrazia deliberativa, parte il corso di formazione per gli operatori

Il Progetto “SpeDD”, “sperimentazione di percorsi di democrazia deliberativa”, finanziato grazie a un bando della Fondazione Cariplo, ha superato la fase di prima sperimentazione entra nella fase “a regime” che durerà tre anni: il primo passo sarà un corso di alta formazione in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale

Venerdì prossimo, 29 novembre, alle ore 17.30, presso i locali della Caritas in via San Gaudenzio 11 (primo piano), si terrà un incontro formativo dedicato a tutti coloro che hanno manifestato interesse a partecipare al “Corso di alta formazione per operatori di democrazia deliberativa. Facilitazione dei gruppi, animazione di percorsi partecipativi, management di progetti territoriali”, che sarà guidato dalla professoressa Eliana Baici, economista dell’Università del Piemonte Orientale e direttore del Dipartimento di Studi per l’Economia e l’Impresa (DISEI) di Novara.

Il corso è stato organizzato con la supervisione tecnico-scientifica del Centro di Cultura–Gruppo operatori dell’Università Cattolica nell’ambito del progetto SpeDD  “Sperimentazione di percorsi di Democrazia Deliberativa”. Il progetto, promosso dall’Associazione Territorio e Cultura, la onlus del “Corriere di Novara”, dopo aver concluso un periodo di sperimentazione durato un anno, è entrato nel periodo “a regime”, che durerà tre anni, ed è vincitore di un bando finanziato dalla Fondazione Cariplo (SpeDD-2 “Democrazia deliberativa a Novara: percorsi di quartiere per una città più coesa”). La prima fase del progetto corrisponde alla formazione dei facilitatori, la seconda all’attivazione delle agorà di quartiere, la terza alla promozione e realizzazione dei “microprogetti” di quartiere. Le aree interessate dal progetto di democrazia sono: l’area nord (quartieri San Rocco e Pernate), l’area sud (quartieri Bicocca, Rizzottaglia, Villaggio Dalmazia), l’area centrale (quartieri Centro e San Martino).

Il corso avrà l’obiettivo di formare dodici esperti facilitatori che avranno il compito di supportare i lavori delle “agorà di quartiere”, gruppi deliberativi che saranno promossi in alcuni quartieri di Novara allo scopo di realizzare una discussione aperta e inclusiva su alcune tematiche di interesse collettivo. Sei tra i corsisti che accederanno al secondo step della formazione avranno altresì l’opportunità di collaborare al progetto nella sua terza fase, nella quale saranno promossi e realizzati i “microprogetti” di quartiere, ovvero azioni promosse dal basso volte ad affrontare e contribuire a risolvere alcune questioni riguardanti la comunità novarese ed emerse nelle agorà di quartiere.

Per manifestare il proprio interesse e richiedere informazioni riguardo al corso è sufficiente scrivere all’indirizzo e-mail progetto.spedd@gmail.com, inoltre si consiglia di visitare il sito internet dell’associazione Territorio e Cultura onlus: www.territoriocultura.it, sezione “Progetto SpeDD”.

>>> Avviso – Corso per operatori di Democrazia deliberativa-2

 

Redazione online